Parola agli esperti Farella Elisa

<
Sistemi digitali per la conoscenza e la valorizzazione del territorio

Gli avanzamenti tecnologici degli ultimi anni hanno avviato un percorso di virtualizzazione della conoscenza, i cui vantaggi sono oggi tanto più evidenti alla luce dell’attuale emergenza sanitaria. Tour ed esplorazioni virtuali di monumenti e città, laddove disponibili, hanno rappresentato per mesi l’unica e straordinaria possibilità di visitare e conoscere luoghi. Le limitazioni agli spostamenti che la pandemia ha imposto hanno rafforzato la necessità di cercare nuovi strumenti di fruizione e conoscenza dei nostri territori, della loro storia e ricchezza. Percorsi virtuali che, certamente, non devono né possono mirare a sostituire sul piano esperienziale la conoscenza diretta di luoghi od opere, ma che possono offrirsi come un arricchimento basato sulla sovrapposizione di linguaggi e informazioni facilmente accessibili per l’utente.

La ricerca di questi nuovi linguaggi grafici in grado di sintetizzare una moltitudine di dati eterogenei sulle nostre città ed il loro passato è alla base del mio lavoro, incentrato sulla realizzazione di sistemi e percorsi virtuali fruibili da diverse piattaforme – web e smartphone. La riscoperta della città di Trento e degli eventi che ne hanno segnato la storia è affrontata in questa ricerca considerando il cambiamento dei sistemi di apprendimento e nuove esigenze di visualizzazione per una conoscenza interattiva e coinvolgente. Modelli 3D multi-scala e multi-temporali, utilizzati per analisi geo-spaziali, offrono una semplice ed intuitiva lettura dei cambiamenti del territorio trentino negli ultimi 150 anni. Allo stesso tempo, immagini di archivio – in cui storie di vita quotidiana si svolgono in contesti urbani trasformati – sovrapposte ad immagini attuali della città, hanno la forza visiva di un racconto immediato per coglierne i cambiamenti recenti.

Occorre tanto più nello scenario mondiale attuale esplorare le possibilità offerte da questi sistemi digitali di ricreare nelle tre dimensioni lo spazio presente e passato, di simulare fenomeni urbani e scenari futuri, per imparare a guardare, conoscere e fare esperienza del mondo con strumenti diversi. La pandemia ha offerto, in questo senso, un’incredibile opportunità di riconoscimento del valore degli strumenti digitali nel generare nuovi percorsi di conoscenza, accessibili ed immediati, in grado di valorizzazione attraverso linguaggi semplici la moltitudine di dati ed informazioni sul nostro territorio.  




RICERCA SUPPORTATA

Bando Post doc - 2019

TOTEM - 4D Trento Time Machine

 


Farella Mariarosa Elisa
AREA DI RICERCA
Metrologia ottica
POSIZIONE E ENTE
Ricercatrice, Fondazione Bruno Kessler
CONTATTI
elifarella@fbk.eu