Stampa questa pagina

Recovering the Commons. Strumenti per la valorizzazione nonprofit di asset fisici dismessi in Trentino

25 Luglio 2017

Una ricerca per sviluppare un modello imprenditoriale per la valorizzazione non-profit oriented di edifici dismessi

commons

Grazie a questo progetto - condotto assieme all’impresa sociale Arti.co - è stato possibile sviluppare un modello imprenditoriale per la valorizzazione non-profit oriented di edifici e luoghi dismessi, sia da un punto di vista turistico sia sociale e culturale, elaborando strumenti e strategie d’intervento per poterli reinserire all’interno di circuiti turistici produttivi. Abbiamo infatti cercato di comprendere in che modo poterli valorizzare secondo modalità economicamente sostenibili e rispettose dei valori socio-ambientali locali, riscoprendo anche l’attualità di antiche forme di gestione collettiva di beni fisici ad opera delle comunità locali e prevedendo il sistematico reinvestimento degli utili nei contesti in cui l’impresa agisce. Nei dodici mesi di durata del progetto abbiamo condotto una ricognizione sulle strutture già utilizzate in questo modo e poi ci siamo concentrati su due nuovi casi in contesti territoriali molto particolari, che sono il comune di Comano Terme e il comune di Albiano. Il risultato della ricerca è un toolkit di strumenti a disposizione dell’azienda partner Arti.co. che possono essere utilizzati nel momento in cui si vuole intervenire su un immobile dismesso al fine di restituirlo alla cittadinanza

ENTE DI RICERCA EURICSE European Research Institute on Cooperative and Social Enterprises

IMPRESA/REALTA' DEL SISTEMA ECONOMICO TRENTINO Arti.co S.R.L. Impresa Sociale
Tania Giovannini
4 strutture gestite
+20% utenti e visitatori
3 ricercatori coinvolti
12 mesi dura progetto
Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione.