Amici per vivere

20 Giugno 2016

Da anni operiamo nel campo dell’auto mutuo aiuto a favore delle persone con disagio psico-sociale e collaboriamo strutturalmente con il Servizio di salute mentale di Trento, in particolare nel campo della riabilitazione, dell’inserimento lavorativo e della coabitazione attiva.

storia1

Tra le varie iniziative che mettiamo in campo, il progetto “Amici per Vivere” è quello che maggiormente rafforza il concetto di socializzazione e di integrazione tra culture e situazioni sociali differenti. Abbiamo messo in connessione dodici rifugiati politici di provenienza per lo più africana - Kenya (1), Camerun (4), Eritrea (1), Sud Sudan (1), Guinea Bissau (1), Burkina Faso (1), Albania (2), Iran (1) - con 14 utenti che soffrono di disagi mentali. Grazie a questa esperienza sociale diurna è nato tra loro un rapporto speciale: da un lato i rifugiati offrono la loro compagnia e si trasformano in cittadini attivi, integrandosi nella società, imparando l’italiano e la cultura trentina e ricevendo al contempo un piccolo stipendio. Dall’altra, gli utenti con disagio trovano un sostegno concreto nelle piccole incombenze quotidiane come il fare la spesa, il recarsi in farmacia o andare in piscina e soprattutto trovano nuovi amici con cui confrontarsi. Una cosa è certa: una volta che le persone si incontrano, i colori non contano più!

PROMOTORE Associazione La Panchina
PARTNER Servizio Salute Mentale di Trento Centro Astalli
Roberto Cuni
12 rifugiati politici
14 utenti del servizio
8 nazionalità coinvolte oltre a quella italiana