Stampa questa pagina

Fondazione Caritro per le scuole: al via nuovi progetti di internalizzazione e innovazione per studenti trentini

02 Agosto 2017

Fondazione Caritro ha stanziato 190.000 euro per il sostegno di 13 progetti innovativi sviluppati dalle scuole trentine e per la 2° edizione del Bando per percorsi formativi internazionali. Sono i numeri emersi dalla seduta dello scorso 27 luglio quando si è riunito il Consiglio di Gestione della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto. Per sostenere 13 progetti sperimentali e innovativi volti ad affrontare tematiche di attualità e problematiche del mondo giovanile sono stati deliberati 100.000 euro; i progetti saranno avviati nel prossimo anno scolastico e prevedono la collaborazione tra scuole e diverse realtà locali. Tra gli obiettivi del bando vi è, infatti, il coinvolgimento attivo degli studenti, degli insegnanti e delle realtà locali per sperimentare delle buone pratiche che potranno poi essere diffuse sul territorio. “Sostenere la qualità del sistema scolastico e formativo è un’azione strategica per permettere ai giovani di crescere e sviluppare le proprie potenzialità” sottolinea il Presidente di Fondazione Caritro Michele Iori che ricorda l’impegno della Fondazione in tal senso “Nel 2016 Fondazione Caritro ha destinato un totale di 1.774.000 euro per iniziative rivolte ai giovani (pari ad un quarto delle erogazioni totali) di cui 1.100.000 per attività di ricerca, 172.000 euro per progetti culturali e 492.000 euro per iniziative di formazione e istruzione, tra cui anche le borse di studio per percorsi internazionali di eccellenza. Nel 2016 attraverso i bandi promossi nel settore “istruzione, educazione e formazione” la Fondazione ha sostenuto 23 progetti che hanno coinvolto 2.309 giovani, 39 scuole ed enti formativi e 72 realtà del territorio”. Sempre nell’ultima seduta del Consiglio di Gestione, altri 90.000 euro sono stati deliberati a favore della 2° edizione del bando per percorsi formativi internazionali d’eccellenza. Destinatari del bando sono realtà qualificate nell’ambito della formazione internazionale che agiscono senza scopo di lucro e che offrono agli studenti degli istituti superiori percorsi internazionali che prevedono una durata compresa tra 6 e 24 mesi. Tra i requisiti anche la coerenza con il percorso scolastico di provenienza degli studenti beneficiari. Il termine per la presentazione delle domande è il prossimo 15 settembre. La lista dei soggetti beneficiari del bando per progetti in rete tra istituti scolastici-formativi e realtà del territorio, con i relativi contributi e una sintetica descrizione per ciascun progetto, è riportata di seguito. Web Radio strumenti per una migliore sensibilizzazione - Istituto Tecnico Economico e Tecnologico Pilati di Cles (contributo assegnato: 7.500€) Il progetto prevede la sperimentazione di una web radio gestita dagli studenti, per favorire l’integrazione e contrastare fenomeni di discriminazione e intolleranza. A ciò si aggiunge la predisposizione di un canale volto alla formazione a distanza, in modalità blended learning, per stimolare gli studenti alla partecipazione anche in momenti non formali e con il coinvolgimento delle famiglie. Creativity Lab 2.0 - Istituto di Istruzione A. Degasperi (contributo assegnato: 9.500€) Il progetto prevede la prosecuzione delle attività del CreativityLab, un laboratorio interdisciplinare per coniugare le cosiddette discipline STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Matematica) con le materie umanistiche. Le attività svolte sono in prevalenza laboratoriali e spaziano dalla modellazione e stampa in 3D, al design, alla robotica e domotica, alla tecnologia dei materiali edilizi nei suoi vari aspetti, allo sviluppo di nuove app e al videoediting. Le attività proposte sono complementari all’offerta formativa più tradizionale, rendono gli studenti protagonisti in prima persona della progettazione e della realizzazione di prodotti ottenuti tramite l’utilizzo di strumenti e apparecchiature all’avanguardia. La Città degli Elettroni - Fondazione Bruno Kessler (contributo assegnato: 7.500€) Durante questo progetto gli studenti svilupperanno in prima persona una proposta didattica scientifica, per rendere l’insegnamento delle materie scientifiche più efficace, interessante e divertente. Sarà adottato il metodo sviluppato nell'ambito del progetto DOMOSENS, sostenuto dalla Fondazione nel precedente bando scuola-territorio, per applicarlo alla simulazione di un’azienda editoriale che studia un nuovo prodotto per la didattica. Utilizzo intelligente delle nuove tecnologie per raccontare il cyberbullismo - Istituto Comprensivo Mezzolombardo Paganella (contributo assegnato: 6.000€) Il progetto prevede un percorso laboratoriale per sensibilizzare gli studenti sul cyberbullismo e sull’utilizzo delle nuove tecnologie. L’idea è quella di far utilizzare in modo creativo lo strumento dello smartphone, in contrapposizione ad un utilizzo passivo e scorretto. Green School: una scuola sotto il cielo - Istituto Comprensivo Giudicarie Esteriori (contributo assegnato: 9.000€) Il progetto sperimenterà la realizzazione delle attività didattiche all'aperto per avvicinare gli studenti all'ambiente che li circonda, facendo vivere loro esperienze formative e didattiche in contatto diretto con il territorio e le sue diverse dimensioni: ambientale, sociale ed economica. Passaggi di Futuro - Kaleidoscopio S.C.S. (contributo assegnato: 5.000€) Il progetto prevede la realizzazione di un laboratorio di condivisione di esperienze sulla scelta della scuola tra i ragazzi di terza media e di prima superiore. Il laboratorio è rivolto in particolare agli studenti a rischio di abbandono scolastico. Esploratori della Fotonica - CNR Istituto di Fotonica e Nanotecnologie (contributo assegnato: 9.000€) Il progetto si prefigge l'obiettivo di promuovere la conoscenza della fotonica tra gli studenti attraverso visite nei laboratori di ricerca, laboratori sperimentali e il concorso 'Photonics creativity'. Accanto alle lezioni tradizionali condotte dai docenti, vengono introdotte figure di consulenti scientifici per sollecitare la fantasia creativa degli studenti e trasmettere i valori della ricerca scientifica. Fidarsi è meglio: la relazione positiva per la cittadinanza globale - Istituto Comprensivo Trento 5 (contributo assegnato: 6.000€) Il progetto prevede un percorso di formazione per insegnanti, studenti e genitori con l'obiettivo di migliorare le competenze relazionali e favorire l'educazione alla cittadinanza globale attraverso percorsi formativi, dibattiti politici, momenti di confronto e progettazione partecipata.

Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione.