Stampa questa pagina

La cultura per rendere vivo il territorio, tra tradizioni e nuove tecnologie i giovani trentini si mettono in gioco con la "vetrina delle idee"

04 Aprile 2017

Non si è fatta attendere la risposta dei giovani trentini alla “Vetrina delle idee”, il nuovo progetto promosso da Fondazione Caritro che sostiene la nascita di nuove iniziative per il territorio dall'ideazione alla realizzazione.

L'edizione in corso è rivolta ai giovani tra i 16 e i 35 anni che vogliono realizzare nuove proposte di tipo culturale ed è promossa in collaborazione con le Politiche giovanili della Provincia autonoma di Trento, le Politiche giovanili dei Comuni di Trento e Rovereto e il Centro Servizi Volontariato-Non profit network. Il percorso è stato presentato il 25 marzo al Teatro Sanbapolis con la serata #escileIDEE.

Sono già una cinquantina gli iscritti, come singoli o rappresentanti di associazioni, che hanno aderito all'iniziativa proponendo un'ampia varietà di attività e temi da affrontare. Dal cinema alla danza, dalle nuove tecnologie all'artigianato, i partecipanti hanno motivato la loro adesione con la volontà di mettere in campo i linguaggi dell'arte e della cultura per approfondire temi attuali quali l'integrazione, la valorizzazione delle tradizioni, l'aggregazione e il protagonismo giovanile, la qualità della vita, la cittadinanza attiva, la riqualificazione e condivisione degli spazi urbani.

Ieri hanno preso il via ufficiale i laboratori che accompagneranno i partecipati nel corso dello sviluppo e della concretizzazione delle proprie idee. Il primo incontro è stato condotto da Alessandro Garofalo ed è stato dedicato ai tre punti chiave dell'innovazione: la rottura dei modelli di riferimento, l'importanza dei paradossi e l'acquisizione della multisensorialità.

Anche per chi avesse perso il primo appuntamento, c'è ancora la possibilità di entrare nella “Vetrina delle idee”. Le iscrizioni resteranno aperte, infatti, fino al 15 di aprile. I prossimi laboratori in calendario, sempre in Fondazione Caritro con inizio alle ore 18.00, sono “Storie di successo” con Laura Marongiu, Francesco Camin e Martina dei Cas (10 aprile); “L'arte di raccontare il proprio progetto” con Mattia Venturi e Flavio Nuccitelli - Scuola Holden (19 aprile), “Esperienze di imprenditorialità culturale” a cura di Impact Hub (2 maggio); “La sostenibilità economica del progetto” con Francesco Crepaz di Impact Hub (10 maggio); “La progettazione delle idee con lo strumento Canvas” con Marco Cau di Pares (17 maggio) e “Come raccogliere le risorse” con Andrea Landini di Crowdchicken (24 maggio).

Al termine del ciclo d workshop, durante il quale il quale i partecipanti potranno creare sinergie e strutturare le proprie proposte, saranno selezionate 10 idee che verranno pubblicate sul sito della “Vetrina delle idee” per 40 giorni: un modo per far conoscere la proposta ai cittadini, ricevere feedback e, se ritenuto, attivare una campagna di crowdfunding.

I progetti più apprezzati riceveranno un sostegno economico da parte di Fondazione Caritro con un budget complessivo già stanziato pari a 80 mila euro.

Informazioni sul sito vetrinadelleidee.it

 

Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione.