Stampa questa pagina

Fondazione Caritro ha ospitato la cerimonia di premiazione nazionale del concorso europeo conoscere la borsa

07 Aprile 2017

“E’ stato emozionante, un’esperienza che non dimenticheremo a breve”, questo è il ricordo che è rimasto a circa cinquanta ragazzi che sono intervenuti a Trento da tutta Italia per la premiazione del concorso Conoscere la Borsa avvenuta lo scorso 31 marzo - 2 aprile. I giovani finalisti hanno partecipato all’edizione 2016 di "Conoscere la Borsa", il più importante concorso europeo online per studenti sul tema dell’educazione finanziaria. Tra questi, c’erano anche i ragazzi dell’Istituto Martino Martini di Mezzolombardo che si è classificato primo a livello locale e al quarto posto nazionale con la squadra “Stratton Oakmont Investment”. Solo in Trentino nell’edizione del 2016 hanno partecipato: 25 Istituti Scolastici, 260 team, più di 1.200 studenti.

“Conoscere la Borsa” è un’iniziativa nata in Germania (nel 1983), che poi si è allargata anche a livello internazionale con la partecipazione, nel 2016, di 127.000 concorrenti provenienti da Germania, Francia, Lussemburgo, Svezia, Messico ed Italia. Nel nostro Paese l'iniziativa è promossa da Casse di Risparmio e Fondazioni e per il Trentino gode del sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, che proprio quest’anno ha ospitato la cerimonia di premiazione a livello italiano.

ll tutto ha preso il via con la premiazione ufficiale di venerdì 31 marzo, presso il Grand Hotel Trento, che ha visto la moderazione di Filippo Manfredi, Direttore Generale di Fondazione Caritro. Oltre alle migliori squadre nazionali (introdotte da una simpatica videoclip), erano presenti anche alcuni rappresentanti dell’associazione nazionale di categoria, ACRI, e delle Fondazioni coinvolte nel concorso 2016: Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, Cassa di Risparmio di Volterra e Fondazione Sicilia. Alla cerimonia, poi, è seguita la cena di gala, con l’accompagnamento musicale - non scontato - degli Orange Pouf (un giovane quartetto Jazz di Arco con un repertorio che varia dal Classic Jazz, Bossa, Swing al Blues e Funky) che sono stati tra i vincitori dell’ultima edizione del concorso MUSIC 4 THE NEXT GENERATION.

“Attraverso operazioni in titoli simulate, eseguite però con le quotazioni delle piazze borsistiche reali, Conoscere la Borsa offre la possibilità agli studenti di confrontarsi realmente con gli attuali problemi finanziari ed economici che riportano l'attenzione sui temi della gestione del denaro e degli investimenti attenti - ha spiegato Silvia Decarli, Consigliere di Fondazione Caritro - Non solo una simulazione finanziaria, quindi, ma un’esercitazione che quest’anno più che mai si è rivelata di estrema attualità se pensiamo che solo negli ultimi mesi del 2016 i partecipanti si sono trovati a dover fare i conti con le incertezze legate al post-Brexit, le elezioni presidenziali degli Stati Uniti d’America fino al referendum costituzionale in Italia. Nonostante le complessità di un panorama finanziario ed economico incerto, che certo non ha agevolato le scelte di investimento, i partecipanti non si sono mai persi d’animo e hanno affrontato con coraggio il concorso provando a incrementare il valore del proprio deposito iniziale di 50.000 euro, effettuando degli acquisti e delle vendite di titoli”. “Indubbiamente - ha poi proseguito Decarli- è anche il modo in cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto cerca di diffondere le nozioni fondamentali sulla Borsa e sul mercato finanziario inserite in contesti economici, politici e sociali. Un sapere che non può che essere utile agli studenti oltre che un’opportunità di confronto e crescita”.

COME FUNZIONA CONOSCERE LA BORSA - L’EDIZIONE 2016

 

Dal 5 ottobre al 14 dicembre dello scorso anno, le classi quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado, partecipanti al concorso hanno formato squadre composte da studenti, professori e rappresentanti delle Fondazioni o Casse di Risparmio ed hanno elaborato la propria strategia investendo un capitale “virtuale” di 50.000 euro.

Per dieci settimane hanno cercato di aumentare il valore del loro deposito con l'acquisto e la vendita di titoli. Una simulazione che ha permesso ai ragazzi di ampliare le proprie conoscenze in campo economico e finanziario. Per esempio, hanno imparato a reperire e a servirsi di informazioni economiche e a giudicarne l'attendibilità, acquisendo anche nozioni giuridiche in materia di regolamenti borsistici. Allo stesso tempo hanno avuto modo di mettersi alla prova, di sperimentare il rischio, il dubbio e l'incertezza, come anche la soddisfazione del lavoro di squadra, fondamentale per la buona riuscita del gioco.

Conoscere la Borsa funziona quasi come la Borsa reale: i partecipanti possono negoziare con 175 titoli quotati su 6 Borse europee. Gli ordini vengono immessi via internet, l’andamento di titoli e azioni viene aggiornato due volte al giorno alla Centrale di Stoccarda del Conoscere la Borsa e comunicato utilizzando un sito Internet dedicato. I ragazzi hanno incontrato in classe operatori del mondo della finanza e dell’economia, ricevendo una rassegna stampa settimanale per entrare meglio nel vivo del gioco.

L’obiettivo di questo progetto non è il solo raggiungimento della miglior performance finanziaria, ma la sensibilizzazione dei ragazzi partecipanti, tramite un’attività stimolante e divertente, verso tematiche a loro non usuali.

Non soltanto quindi, Conoscere la Borsa, è una divertente competizione, ma anche il modo in cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto cerca di diffondere le nozioni fondamentali sulla Borsa e sul mercato finanziario inserite in contesti economici, politici e sociali. Un sapere che non può che essere utile agli studenti.

LA NUOVA EDIZIONE DEL CONCORSO

La nuova edizione del concorso partirà il prossimo 27 settembre 2017 e durerà fino al 13 dicembre 2017.

Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione.