Shirin Ebadi a Trento il 26 maggio per parlare di diritti umani

23 Maggio 2017

25 anni di attività al servizio del territorio trentino. Un traguardo per Fondazione Caritro e un’occasione per dedicare ai cittadini un ciclo di incontri pubblici e gratuiti con personaggi del panorama nazionale e internazionale. Il focus sarà sui temi che da sempre guidano le azioni e le iniziative della Fondazione, a partire da quello dei diritti umani.
L’avvio di questo ciclo di incontri è affidato a Shirin Ebadi, Premio Nobel per la Pace nel 2003 che interverrà il 26 maggio alle ore 20.45 al Teatro Sociale di Trento in un incontro pubblico aperto alla cittadinanza.
Shirin Ebadi è stata la prima donna e la prima musulmana a ricevere questo prestigioso riconoscimento. Ha dedicato la sua vita alla difesa delle persone più svantaggiate nel complesso contesto iraniano. Shirin Ebadi ha aperto le porte del suo studio legale alle donne, ai bambini e, più in generale, delle persone non gradite al suo Paese per motivi ideologici e politici. La sua azione ha ispirato milioni di persone e dato forza a movimenti per i diritti umani. L’amore per la sua terra natale e la convinzione che un giorno l’Iran riuscirà a trovare la sua strada verso la giustizia e la libertà non l’hanno mai abbandonata e sono alla base della sua determinazione nel far fronte alle misure messe in campo dal governo iraniano per ostacolarla, dalle intercettazioni alle accuse, fino alla confisca dei suoi beni e alle pressioni sui suoi familiari.
Shirin Ebadi dialogherà sul palco del Teatro Sociale con la giornalista di Mediaset Stella Pende, autrice del libro “Confessione reporter” e conduttrice dal 2012 dell’omonimo format in onda su Rete 4. Attraverso la modalità dell’intervista, Stella Pende approfondirà con Shirin Ebadi il tema dei diritti umani, tra passato e presente. “Questa donna straordinaria rappresenta tutte noi. Conosco l’Iran e so a quale prezzo ha difeso i diritti delle donne nel suo Paese” ha detto la Pende. Tra i temi che verranno affrontati nella serata del 26 maggio, anche quello delle donne in relazione all’Islam e delle donne leader, con riferimento alla situazione politica attuale. Attraverso la vicenda personale della Premio Nobel, sarà approfondito inoltre il concetto di coraggio di cui è testimone ed esempio nel mondo.
L’ingresso è gratuito previo ritiro dei biglietti messi a disposizione della Fondazione Caritro.
A partire dal giorno 24 maggio in orario 10-13/14.30-17.30 è possibile ritirare i biglietti presso la Fondazione (Palazzo Calepini, Via Calepina 1 - Trento).