Tramondi

05 Marzo 2018

Cinema, teatro e fotografia uniti in un progetto che ha permesso di accostarsi ai mondi dell’autismo, della disabilità e della sindrome di down

 

Tramondi1

 

Un cineforum, uno spettacolo teatrale e una mostra fotografica dedicati alla scoperta, come suggerisce il nome stesso del progetto, di mondi diversi, quelli dell’autismo, della disabilità e della sindrome di down. Il tutto utilizzando linguaggi espressivi fra di loro diversi, ovvero il cinema, il teatro e la fotografia.
Il progetto “Tramondi” ha preso il via con il cineforum, proposto nell’ambito della giornata mondiale dell’autismo. Al termine delle quattro serate spazio al dibattito finale che ha visto come relatori Paola Venuti e Gabriele Baldo del Dipartimento di scienze cognitive dell’Università degli studi di Trento.
“Princircolo”, una rivisitazione in chiave moderna del Piccolo Principe, è invece il titolo dello spettacolo incentrato sulla disabilità e messo in scena al Teatro Zandonai di Rovereto da ragazzi, educatori e volontari - complessivamente una ventina di persone - della cooperativa sociale “Il Ponte”.
Sulla sindrome di down e sull’importanza di sfatare alcuni stereotipi è stata invece incentrata la rassegna fotografica “Cambio direzione” allestita presso l’Urban Center di Rovereto. Esposti una ventina di pannelli, che a breve daranno vita ad un nuova mostra, oggetto di visita e di riflessione da parte di una quindicina di classi delle scuole elementari, medie e superiori.

PROMOTORE Cooperativa Sociale Il Ponte
PARTNER

Associazione Culturale Bottom Up
Circolo Fotografico L'Immagine
ODFlab - Università di Trento
Associazione di Volontariato Kaledo

Filippo Simeoni
400 spettatori allo spettacolo andato in scena allo Zandonai
400 visitatori alla mostra dedicata alla sindrome di down
200 persone presenti al cineforum